contatti

CONTATTO:

associazioneculturalebosonedix@gmail.com

locandamercanti@gmail.com

tel. 015.0998211-339.3402026-333.8191571

  • Grey Vimeo Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Instagram Icon
01

Le 5 giornate della Scienza

SCOPI CULTURALI

L’idea di creare un Festival della Scienza con il titolo di LE CINQUE GIORNATE DELLA SCIENZA, (titolo storicamente evocativo) nasce dalla consapevolezza che sull'area geografica presa in considerazione il progetto non é mai stato messo in atto.

Si tratta dunque di un progetto scientifico a carattere didattico e sociale, innovativo, in una zona geografica nella quale specialmente i giovani hanno poco spazio per immaginare un futuro che non sia routinario.

Questa esperienza vuol partire simbolicamente nell’anno 2019, anno del centenario della teoria della Relatività Generale di Einstein e come antecedente al 2020 che con la specularità numerica ha qualcosa di suggestivo. Ci si prepara quindi a un passaggio creando una prossimità culturale originale fra le persone.

Questo è uno dei motivi che ci spingono all'inaugurazione di un' edizione numero zero del Festival nel periodo che va da Maggio a Luglio 2019.

La scelta dell'argomento del Festival, oltre ad essere di grande importanza per l'evoluzione culturale umana porta in sé la consapevolezza di aprire le porte della conoscenza di ambiti particolari, e la possibilità di fornire a un pubblico non professionista una conoscenza riservata a un mondo accademico e scientifico inaccessibile ai più, che usi un linguaggio comprensibile a tutti e dia nuove suggestioni e spunti di importanti riflessioni.

Particolare la scelta della location, una piccola piazza, in una suggestiva cornice cinquecentesca. Un luogo accessibile a tutti, che accolga persone di tutte le età e crei una sinergia di intenti, antistante il luogo nel quale la nostra Associazione risiede e opera, la Locanda dei Mercanti di Crevacuore, che nasce come progetto di conservazione delle tipicità del territorio.

Le cinque giornate della Scienza si svolgeranno annualmente e sempre nello stesso periodo e faranno incontrare i grandi nomi della Scienza a un sempre maggiore pubblico (si auspica una crescita verificabile nei primi tre anni).

Il Festival si propone di impattare positivamente sull’economia del territorio cercando il coinvolgimento degli operatori locali per un armonioso e condiviso programma di sviluppo sostenibile.

Sarà presente sulle piattaforme web. Creerà nel tempo un case study accessibile agli studenti, dei quali si auspica il coinvolgimento durante la manifestazione.

 
 
DIARIO DI BORDO
04.02.2019 NONOSTANTE L'INFLUENZA il sito é quasi pronto....mancano ancora alcune cosette ma ce la farò. Domani incontro importante....yes!
15.02.2019 L'incontro é andato molto bene, le borse del Festival saranno stupende. Molta soddisfazione, a prescindere dalle borse, per la fortuna di aver incontrato persone così splendide. W YANGA! Nel frattempo il sito si sta rimpolpando di contenuti. E le idee continuano ad arrivare. Sarebbe magnifica una serata di chiusura festival con musica e fuochi d'artificio...ma solo di stelle.....necessario informarsi.
L'umore é alto, la curiosità sta crescendo. Mi metterò a caccia di persone che vogliano far parte dello staff organizzativo per l'anno prossimo. Va costituita una squadretta di argonauti...
Ieri sera, durante la cena di San Valentino, in cucina si parlava di QI e del 20% che sfruttiamo del nostro cervello. Forse potremmo anche volare se sfruttassimo il 25% ...chissà.
22.02.2019 Mi é venuta una di quelle mie idee per la prossima edizione del Festival.....sarà follia ma ci devo riuscire..
Ma ora devo pensare a rendere la prima supermagnifica. Si parla del menù per la prima cena con lo scienziato (Giovanni Destro Bisol), impegno, concentrazione, colori, materia prima eccellente, questi saranno gli ingredienti.
TUTTO "GO" VERSO LA DATA DEL DECOLLO
09.03.2019 L'organizzazione del Festival procede e mi porta ad esplorare siti meravigliosi in rete, a volte fino a tarda notte. L'affascinante mondo della stazione orbitante e le descrizioni da parte degli astronauti del Pianeta che abitiamo catturano completamente la mia attenzione. Ecco come passare il pochissimo tempo libero.
12.03.2019 Ieri ho pubblicato il sito e ricevuto moltissimi complimenti. C'é curiosità ed entusiasmo e credo sia molto importante per il nostro piccolo Festival avere così tante persone che gli vogliono bene. Vi confesso che quando ho schiacciato il pulsantino della pubblicazione mi batteva molto forte il cuore. -53 giorni all'inaugurazione....WOW!!!
Visitate A NUOVA pagina libri e web -consigli- per oggi potete consultare il sito che vi suggerisco e se non lo avete letto acquistate e divorate il libro qua a fianco
 
14.03.2019 diamo i numeri:il 2019 é l'anno internazionale della Tavola Periodica degli Elementi. Si celebrano i 500 anni dalla morte di Leonardo, i 210 dalla nascita di Darwin, i 50 anni del primo allunaggio e i 500 anni dalla circumnavigazione di Magellano. Ma ci sono anche i 100 anni dalla prova sperimentale della relatività. Ecco, gironzolando in rete e visitando il sito del Festival di Genova sono riuscita a trovare per voi alcuni numeri da tenere a mente. Nel frattempo mi dicono che é uscito un articolo sul nostro Festival (scarico la foto nella sezione Rassegna Stampa).
Stamattina ho aperto una sezione IL FESTIVAL E' ANCHE MIO perché credo che tutti coloro che amano la cultura debbano avere la possibilità di partecipare a questo meraviglioso appuntamento. Ci sono varie linee di appoggio delle quali potete usufruire se siete un'azienda o un privato sostenitore, compresa la proposta di eventi collaterali o la messa a disposizione delle vostre capacità. Contattateci per parlarne assieme.
20.03.2019 -45 GIORNI AL DECOLLO. Sono andata dal mio dentista e mi ha detto che questo diario é interessante. Il mio dentista é uno scienziato dentista. Ha uno studio super attrezzato con delle Signore che quando arrivi ti sorridono (hanno denti bellissimi, ci credo) poi arriva lui, ti fa accomodare e ti racconta cosa ha combinato con i suoi Robot. Già, il mio dentista fabbrica robot che lo aiuteranno nel suo lavoro. Giorgio Castagno (é il nome del mio robotico dentista scienziato) non solo viaggia in modo interstellare nel sito, e non solo costruisce robot e non solo ti aggiusta benissimo i dentini, ma ha anche una grande passione per le pubblicità fichissime. Se vi capita di passare sulla rotonda (o rondò) prima di entrare in Borgosesia, guardatevi attorno e lo vedrete subito, uno dei suoi cartelloni Guerre Stellari, enormi, dove a volte ci sono tutti loro, dello studio. E sono tutti Star Wars veri. Mi piace pensare che ad aggiustarmi i denti é un tipo che apprezza l'Universo Espanso.  Io ammiro e apprezzo il mio dentista Star Wars anche se non é Luke Skywalker, il biondino. Mi piace pensarlo circondato dai suoi C3PO, con le bellissime principesse Leila al suo fianco che fanno il gesto dell'ombrello alla Morte Nera. W Giorgio!
Ok ok ora vi racconto in che guaio sono....il sito non si trova su Google (lo stanno processando e ci possono volere anche tre mesi). Sono sicura che manca da parte mia qualche azione affinché ciò accada subito, ed é da giorni che giro e rigiro le funzioni compiendo tentativi che vanno a vuoto. Il completamento del protocollo SEO del sito é impossibile da completare perché non  viene memorizzato. Non mi resta che arrendermi e cercare assistenza da centro assistenza;-).
Mi scuso anche con quanti mi segnalano che sui telefonini il sito fatica a girare. Vi spiego subito perché, perché devo trovare tre giorni per configurarlo per i telefonini. E' dura fare un sito, credetemi, e abbiate pazienza amici impazienti e brontolanti.
Nel frattempo ho visto che diverse persone si sono accreditate!!Evvivaaaaaa!!!!Allora in questa galassia siamo in tanti ad aspettare il 4 maggio!!!
Devo anche capire bene il funzionamento del blog perché mi piacerebbe molto confrontrarmi con voi per decidere la festa di chiusura. Ho almeno 3 buone idee sullo start ma vorrei pareri.
Il consiglio del giorno: date un'occhiata al cielo e guardate le stelle, meritano la vostra attenzione. Sono sulla nostra zucca! belle e splendenti.
Iniziate a caricare i serbatoi astronauti!
06.04.2019-25 GIORNI AL DECOLLO Come mi sento? Come se il tempo non bastasse per fare tutto, preparare tutto, pensare a tutto...poi invece mi sento bene, benissimo, adrenalinica e zen...e così, in altalena fino alla prima serata, quella dell'apertura, il fatidico 4 maggio. Ho amici che mi sostengono, che mi danno coraggio, che non vedono l'ora inizi il Festival...che mi dicono che andrà tutto benissimo, che sto facendo un buon lavoro. -25... solo a scriverlo mi sento nella Bohème... e con la salivazione azzerata....va bene va bene...
Nel frattempo qua é accaduto qualcosa di terribile, un devastante incendio durato molti giorni. I boschi hanno bruciato giorno e notte e uomini, canadair ed elicotteri hanno incessantemente volato sulle nostre teste. Sembra che la medaglia debba andare a un pugno di pazzi piromani.
Vedere dalla finestra di casa la collina che brucia mi ha resa di una tristezza infinita. Avevo finito le parole (proprio io) e ho trascorso quei giorni lavorando in cucina senza quasi proferire verbo talmente ero triste dentro. Due giorni a chiedermi cosa avrei potuto fare, cosa potevamo fare tutti, non facendo parte né dei vigili del fuoco o dell'aib. Ho provato un dolore immenso, in fondo all'anima nel vedere inerme bruciare un patrimonio boschivo come quello che abbiamo qua. Pensavo a tutti quegli animali che non riuscivano a scappare, ai piccoli nelle tane, agli alberi, che ci mettono moltissimo tempo a crescere e diventare forti, agli uomini, ai piloti, a tutti. E allora, visto che la postazione di rifornimento dell'elicottero era proprio qua nel prato accanto alla Locanda, mi sono caricata di coraggio e sono partita con un bel termos di caffé. Certo non sembra sana di mente una che attraversa un campo di volo con un termos, ma é andata bene, mi hanno accolta e abbiamo scambiato quattro chiacchiere. Ringrazio ancora quegli uomini, e tutti coloro che si sono battuti per spegnere le fiamme. Poi é arrivata la pioggia, che ha dato loro una mano. Ora gli incendi sono terminati, e se guardo la collina davanti alla Locanda sembra non sia accaduto nulla, così a occhio nudo non si nota molto, solo una riga più scura sulla cima, come se un bambino avesse preso un pennarello nero e fatto i contorni. Il pericolo é passato. Ora nevica in alta valle e la primavera tarda un po' anche se gli uccelli cantano a squarciagola e molte piante gemmano gagliarde.
Ma andiamo alle ultime novità del nostro Festival. La locandina e le cartoline e il banner sono in stampa e presto saranno disponibili. Per questo lavoro devo ringraziare la pazienza infinita di Gian Marco (Silver Studio) al quale ho mandato locandina e cartolina in un formato da guardare con la lente di ingrandimento.... Avere un grafico preparatissimo e attento vuol dire imparare molte cose e davvero grazie a lui sono tranquilla che questo materiale verrà benissimo anche perché ci abbiamo lavorato con impegno. Quindi presto la Locanda avrà lo striscione del Festival da esibire...WOW!
Altra bella notizia é che i ragazzi del Fiore E' faranno l'allestimento con le piante e il Centro Frutta donerà le mele di Newton. Davvero Grandissimi!! L'allestimento sarà molto carino per questa prima edizione. Garbato direi.
Tante sono le cose che stanno succedendo....Alberto sta approntando un bellissimo menù per la cena con Giovanni Destro Bisol e sarà una super sorpresa per coloro che parteciperanno.
Con Giovanni (ho deciso ora, in questo momento, di dargli del TU) ci siamo scambiati alcune email e non vedo l'ora di conoscerlo. E' una persona gentilissima che concludeuna sua ultima email con SALUTI BELLI e davvero sono emozionata e non vedo l'ora che arrivi. Sono sicura che ci troveremo d'accordo su molte cose e certa che vi piacerà Giovanni, davvero.
Sono talmente tante le novità e tutto si sta concentrando verso la data del 4. Non so bene cosa dirò per presentarvi il Festival, quella sera, perché mi tremeranno le gambe, la voce e sicuramente non sarò una grande oratrice. Poco male, voi verrete a sentire gli scienziati, mica me, quindi basteranno tre parole in croce e lascerò a loro la scena, non prendetela a male, l'emozione a volte é talmente tanta che vale la pena godersela e tacere. Vi aspetto, vi aggiorno sempre qui, sul diario di bordo. Stiamo per salire sulla rampa di lancio assieme.-25 ragazzi! W il Festival!
11.04.2019 -20 GIORNI AL DECOLLO e il tempo scorre velocissimo. Miliardi di cose da fare in Locanda e altrettante per avere tutto pronto per il 4. Come immagino la prima serata del Festival? Una serata di gioia pura! Le novità di oggi sono che abbiamo trovato le 50 sedie per farvi accomodare, che il 25 Aprile faremo una serata con brindisi e proiezioni assieme ad AIB e a tutte le donne e gli uomini che hanno domato l'incendio del quale vi ho parlato....mi sembra un buon inizio, conoscere di persona quanti si sono dati da fare in quella circostanza, e un'ottima occasione per iniziare un discorso serio circa l'Ambiente. Nel frattempo sono piovute adesioni da parte di altri scienziati per l'edizione 2020....Che gioia!!! Impareremo moltissime cose che ci renderanno migliori. Ma ora pensiamo alle nostre date e spingiamo sull'acceleratore per dare il meglio.Vi aggiorno. Siate curiosi, sempre!
24.04.2019 -9 GIORNI AL DECOLLO. Ora cosa faccio? Conto le ore? Sedie trovate grazie a Dennis Coralli. Bellissime, nere come la notte, eleganti. Pedana e schermo megagalattico trovati. Grazie al magico Taddia. Tappeto per la pedana trovato W Marco! Impianto audio trovato, grazie al Comune di Guardabosone. Tessere in stampa, W Silver Studio.Soci volontari per la prima serata del 4, i ragazzi..sono super! Le borse sono in arrivo, le piante per l'allestimento anche.  MA sono sicura di non aver pensato a tutto....manca qualcosa.....manca qualcosa.....continuo a ripetere nella mia testa......ma se faccio la check list non manca nulla....Vedremo vedremo. Calma e gesso.
Vi do notizia che ho sentito telefonicamente il nostro primo scienziato, Giovanni Destro Bisol. Sono sicura che diventerete tutti suoi fan accaniti. Giovanni é una persona magica. Sono molto molto molto felice di iniziare il Festival con lui. E' una persona sorprendente, con una bella ironia. Sento prossimità, ci troveremo bene.
Nel frattempo, le mille cose da fare fanno passare in secondo piano le cose forse utili alla sopravvivenza...tipo mangiare (posso farne a meno, di riserve ce ne sono), dormire (anche questo é del tutto secondario), vedere gli amici (loro capiscono). La concentrazione sale, l'adrenalina anche. Immagino tutto bello, sereno, importante e luminoso.
01.05.2019 -2 GIORNI AL DECOLLO. Sto mettendo a punto le ultime seimila cose.... Stamattina mi é saltato all'occhio un bel libro che se ne stava lì tranquillo in libreria.Il titolo é "gli scrittori e la fotografia" a cura di Diego Mormorio, Editori Riuniti Albatros. Ci sono momenti strambi nella vita, dove qualcosa di indefinito e ignoto guida le nostre scelte. Saranno gli avi, sarà un segno...e così ho preso in mano il libro e nelle prime righe della bellissima prefazione di Leonardo Sciascia ho letto "come i navajos tessevano i loro tappeti lasciando in ognuno una piccola imperfezione, a che l'anima del tessitore non vi restasse imprigionata". Ecco, se nel Festival ci sarà qualcosa di imperfetto sappiate che dentro di me si nasconde un navajos!! In qualche modo questa frase mi tranquillizza....
Sappiate che non so assolutamente cosa dire per aprire il Festival, perché di cose da dire ce ne sono tante. Non farò un discorso perché trovo noiosissimi i discorsi, esattamente come li troverete noiosi voi. Quelli nei quali l'oratore inizia con "sarò breve" e poi va avanti per una buona mezz'ora li trovo addirittura mortali per il buon esito dell'evento. Quindi darò due coordinate, ringrazierò i sostenitori e vi farò memoria delle prossime date...Sembra già un discorso lunghissimo. Forse dovrei lasciarvi il piacere di scoprire tutto da soli e dire solo una frase che mi gira in testa da qualche giorno....ovvero che dobbiamo essere orgogliosi di avere il primo Festival della Scienza sul territorio, tutti. Credo che una frase così racchiuda molti significati. Ci sono già svariate prenotazioni per i posti al Festival e per la cena che seguirà il convegno di Giovanni Destro Bisol. Vi ricordo il numero al quale prenotare 015.0998211 e nella sezione a cena con lo scienziato potete trovare il menù del giro intorno al mondo. La nostra trattoria non é un ristorantone, pochi posti, cibo sano e cucinato con sincerità, cura nei piatti. Se volete prenotare ora chiamate, diversamente potete prenotare al banco di benvenuto con le ragazze che faranno le tessere. Ecco fatto. Vi aspetto, che la forza sia con voi
 
08.05.2019 DIARIO DI BORDO  DAL VOLO. Eccomi qui, dopo 4 giorni e superata la mezzanotte da sei minuti mi siedo alla plancia di comando per aggiornarvi. Il Festival é ufficialmente decollato e nonostante la pioggia. Abbiamo iniziato grazie al nostro comandante di volo, Gian Mario Bello, l'allestimento. Con una nuvolaglia sopra le capocce che faceva presagire il peggio. Dopo giorni di freddo, pioggia, caldo, neve in quota, pioggia, caldo e freddo in una danza alternata in brevi spazi di tempo, ci siamo messi al lavoro verso le ore 16 di sabato 4 maggio. Abbiamo portato fuori la pedana (hanno portato fuori la pedana), al mattino erano già stati piazzati i vasi di fiori e alberi del Fiore é, poi transenne, sedie da aprire, tappeto per la pedana, schermo, impianto audio, l'asta del microfono che ci ha portato Cesare e che poi qualcuno ha scassato (urge riparare il danno per il 25), tavoli dei tesseramenti, borse e tavolo Yanga+tavolo Colibri, cartelli, proiettore, prova audio e video, etc etc....pronti al decollo e a ore 19 inizia a piovere poco, poi tanto, troppo. Bisogna prendere una decisione in dieci minuti al massimo, Giovanni Destro Bisol deve avere l'occorrente per iniziare e intanto stanno arrivando un sacco di persone. Decisione presa, si smonta tutto e si rimonta l'attrezzatura base per lo spazio interno, schermo più piccolo, l'assistente dello scienziato, Gian Marco Bonan che traffica fra cavi etc. Tutti che aiutano a portare dentro sedie, donne meravigliose in tacchi con la loro sedia in mano a posizionarsi. Dico tre parole, per non rubare altro tempo, per presentare un minimo Giovanni, poi parte tutto. Lui inizia a parlare e restiamo così, in un tempo sospeso, belli come il sole e la luna, rapiti come bimbi, grandi come montagne di sapere nelle nostre certezze che vacillano. Il Festival é partito così, al calduccio, mentre fuori pioveva a dirotto. Giovanni ci ha cullati, fatti ridere, presi  per mano e accompagnati verso una  conoscenza nuova, domande da porci, saperi da trasmettere. Il Festival é iniziato con lui, con un uomo in grado di farci sognare e immaginare il nostro DNA, la nostra discendenza, il perché della nostra vita. Grazie a tutti voi e Grazie a lui. Che emozione ragazzi!!! Ora si va verso il 25, con Lucia Votano, una grande amica anche lei. Conquisteremo tanto, non avremo più terre inesplorate e al di là dei mari non ci saranno i draghi, ma noi, illuminati da una nuova voglia di vita, come pianeti in attesa di soli, e lune.
18.05.2019 si avvicina la data nella quale incontreremo LUCIA VOTANO, sabato 25. L'emozione cresce anche perché Lucia l'ho conosciuta anni fa ed é una donna meravigliosa. Bellissimo parlare con lei, davvero. Quindi non vedo l'ora che arrivi. Nel frattempo sto sistemando alcune cose tecniche in modo che la serata sia DA RICORDARE! Stupefacente scoprire quante persone mi stiano dando una mano in questi giorni. Sono molto grata di questa collaborazione che aumenta il mio coraggio nell'affrontare l'enorme lavoro che il Festival comporta. Un grazie speciale va a Riccardo, la nostra piccola mascotte, impegnatissimo e curiosissimo!! Un bambino super!!!Sono ammirata e vorrei avere ancora la sua curiosità. Vi anticipo che il 25 Riccardo porterà la sua scatola, fatta con le sue mani. Qui a destra momenti della sua creazione.
Nel frattempo sto anche organizzando la prossima edizione (anche perché un anno per organizzare tutto sembra tanto tempo invece é pochissimo). Vi do qualche anticipazione.....impareremo molto sulle stelle, grazie ad un grandioso Astronomo, sdraiati su un bel prato, con il firmamento negli occhi. Ci saranno eventi per i bambini, importanti e molto formativi....avremo con noi scienziati stupefacenti, come quelli di questa prima edizione....che dire, il Festival crescerà ancora e ancora e tutto questo grazie a voi che lo seguite con passione. Ma ora pensiamo a questa edizione, e a tale proposito vi informo che durante la festa di chiusura accadrà qualcosa di speciale....ma no dai, non posso ancora anticipare così tanto......seguite il diario e la pagina fb del Festival.
ps. come sempre le prenotazioni per la cena si prendono al numero 015.0998211. Per la cena di Lucia Votano stiamo pensando a un menù da trattoria che vi manderà a casa satolli e felici. Vi aspettiamo il 25!!!
28.05.2019 e penso a quanto mi dispiace separarmi dai miei amati scienziati ogni volta che partono, il giorno dopo il convegno. Incredibile quanto sia bello e semplice costruire con loro un'amicizia, trovare molti punti in comune, una stessa scia di pensieri....Il tempo che posso dedicare loro mentre sono in Locanda é poco ma ogni volta cerco di addensare tutto, riempirmi gli occhi guardando le loro belle e curiose anime e imparare, imparare, imparare. Io e Lucia Votano ci siamo conosciute tre anni fa, circa. Quando me la sono ritrovata davanti, sabato, mi sono commossa. E' stato veramente come riabbracciare una cara amica. E' una donna straordinaria, che a noi donne sa infondere un coraggio enorme. Se penso alle ore trascorse assieme, alle risate, alle confidenze, mi sento onorata e fiera. Mi sento ricca.
Chi ha partecipato al suo convegno ha visto che il Festival ha finalmente trovato la sua sede...la Chiesa di Santa Marta, adiacente la Locanda. Ringrazio di vero cuore Don Alberto per questa meravigliosa opportunità della quale avrò grande rispetto. Questa soluzione meravigliosa ci aiuta a dare ai convegni il giusto risalto, la giusta importanza. Credo che sedersi sotto i meravigliosi affreschi, ascoltare i nostri relatori, pensare alla Scienza e alla Storia, sentire la preziosità di un sentimento religioso, sia davvero arricchire l'anima.
A margine posso dirvi che questa soluzione ci risolve tutti i problemi meteo ( e come potete vedere in questi giorni qua é tornato l'autunno) e che sarete al sicuro, immersi nella bellezza.
Tornando a sabato abbiamo avuto un altro problema tecnico...le casse amplificate che dovevano arrivare da un'altro fornitore di attrezzatura anche questa volta non sono arrivate... Abbiamo risolto con l'attrezzatura del Don, che si é rivelata adattissima e sicuramente più versatile di due casse, un'asta, e un microfono.
Abbiamo avuto anche l'aiuto di Martina (Scuola di specializzazione cinematografica) per le riprese. Presto le metteremo qua, sul sito, e potrete vedere cosa abbiamo combinato. Ci sarà anche un'intervista a Gian Marco Bonan (assistente di Giovanni destro Bisol).
La serata si é conclusa con la cena con Lucia Votano, in trattoria alla Locanda. Quindi da organizzatrice del Festival con una magia sono tornata in cucina con Alberto e il nostro staff. Grazie a Desiré Placa, che é stata un'ottima assistente di Lucia. Grazie alla sua mamma, Katiuscia, per le fragole (davvero tantissime) che hanno decorato la torta finale. Grazie alla loro famiglia, deliziosa e  partecipe alle attività del Festival. Grazie a voi, che c'eravate. Per capire, confrontarvi, discutere, imparare gli affascinanti misteri della Scienza.
Nel frattempo l'organizzazione dell'edizione 2020 procede. Il Festival crescerà, con gli eventi paralleli per i bimbi e una serata ad alta dose stellare che non potrete dimenticare. Ma non anticipiamo...calma calma....anzi no, vi dico qualcosina.....visto che il 2020 é l'anno del centenario di Isaac Asimov scaldate i motori, ci sarà da divertirsi!!!!
Vi aspettiamo al convegno di Silvia De Francia e alla cena a segure se vorrete fermarvi. Siate curiosi, sempre.E abbracciate con gioia l'incontro con queste donne e questi uomini speciali.
09.06.2019 Silvia De Francia, straordinaria scienziata, donna e mamma. Ieri sera ci ha regalato un convegno strepitoso. Abbiamo imparato tantissime cose nuove, cose che non avremmo mai immaginato e che tutti dovremmo sapere. Quando Silvia, Tiziano e Lorenzo sono arrivati ho avuto fin da subito una gran voglia di abbracciarli. Persone belle. Persone intelligenti e capaci. E il piccolo Lorenzo é il primo bambino che incontro nella mia vita che assaggia un po' tutto e non mangia solo pasta al sugo e cotoletta impanata con le patatine. Un bambino pieno di curiosità, intelligente, riservato. E bello. Come i suoi genitori direi. Silvia é una donna che quando ti guarda ti guarda davvero. E' profonda, é solare, é stabile. Ecco. La parolas giusta prima o poi arriva. Una donna con i piedi per terra. Solida e con una femminilità definitiva.  La vorrei avere più vicino kilometricamente. Ecco la sensazione che mi da. Lotta con forza per sconfiggere il precariato, lotta per i colleghi, per noi, per garantire con i suoi studi, a tutti noi, un futuro migliore. Mi piace assai Silvia. E' davvero brava!.
Bella come sempre la Chiesa di Santa Marta e non ringrazierò mai abbastanza il Don per ospitare il nostro piccolo grande Festival. Grazie dei Fior a Il Fiore E' di Azoglio. Stamattina il bosso a pallina me lo sono tenuto io e me lo pianto a casa. Una creatura che mi ricorderà Silvia e la sua famiglia, che curerò con amore come curerò la nostra nuova amicizia. Ecco, una pianta da piantare in giardino per ogni scienziato  non é un'idea niente male. Dovrò recuperare le due piante di Giovanni Destro Bisol e Lucia Votano....
Le sensazioni si amplificano a ogni data. Quando scattano le 16.30 e arrivano i super aiutanti mi sento molto felice, mi sento una ragazza in gamba. Allestiamo, ridiamo, scherziamo, siamo un gruppo unito. E man mano che passano i minuti la Chiesa inizia a prendere vita, come ci accogliesse nel suo incanto di bellezza. Attrezzeria, cavistica, sedie, schermo, tappeto sulla pedana, lampade.....tante cose che neanche immaginate. Nel frattempo Martina fa il back stage, arrotola sigarette, traffica con le schede e le batterie. Si spazza, si piazzano transenne, cartelli, e poi si parte per un nuovo viaggio nella Scienza. Sedersi in Santa Marta e incuriosirsi, imparare, respirare aria nuova é impagabile. Alla fine del Convegno c'é stata la consueta cena con lo scienziato, una lunga bella tavolata. Abbiamo cucinato ancora con passione. C'erano tante portate estive, colorate e infiorate. Abbiamo concluso con le paste di Alberto, buonissime. Una bella cena per una donna speciale!
Ci siamo attardati a chiacchierare e alle 3 abbiamo chiuso il locale e siamo andati a casa, soddisfatti e ancora adrenalinici.
Un grazie di cuore a tutti, a Silvia e alla sua famiglia, agli assistenti, agli aiutanti dello staff, al pubblico, ai pionieri della Scienza! W il Festival!! Vi aspettiamo con una nuova emozione, con i misteri dell'Universo, con Nicolao Fornengo il 22.
25.06.2019 Un altro meraviglioso incontro, quello con Nicolao Fornengo sabato scorso. Devo ammettere che i nostri scienziati sono davvero Super! Sarà colpa della magia del Festival, della Locanda, o forse é solo una magia che creiamo noi, incontrandoci, scambiandoci opinioni, fatti, scoperte ma soprattutto tantissima SCIENZA. Ho fatto una bellissima intervista con Nicolao nella quale si é parlato di UNIVERSO ma anche di come viene riprodotto nel CINEMA. Tantissime preziose informazioni. Alla fine del Convegno abbiamo capito che molte delle nostre certezze sull'Universo sono assolutamente sbagliate o ci vanno quasi vicino, alla verità. E poi pensiamoci, quando ci facciamo il sangue amaro per delle stupidaggini. Pensiamo di cosa siamo fatti, e dove viviamo...su una briciola. Ma é una briciola appassionante ed é l'unico luogo nel quale noi umani potremmo vivere quindi iniziamo a rispettare questo pianeta perché finito questo finito l'uomo. Naturalmente con Nicolao si sono aperti altri link, altre suggestioni, altre idee... tutte da sviluppare per le prossime edizioni del Festival.
Prosegue la mia raccolta di piante (una cosa nuova della quale non vi ho ancora parlato). Una pianta per ogni scienziato. In poche parole sto acquistando da Flavio e Alessandro del Fiore é di Azoglio una pianta ad ogni convegno. Una di quelle che vedete far bella mostra di sé nell'allestimento della Chiesa di Santa Marta. Comprata la pianta me la porto a casa e la pianto nel mio giardino. Vi chiederete perché?Perché mi ricordano la serata, mi ricordano la bellezza dei momenti trascorsi assieme, l'importanza di contribuire al benessere del nostro pianeta. Un gesto piccolo, ma credo utile. La pianta che ho scelto questa volta é una bellissima Ortensia quercifolia bianca. Già piantata oggi.
Stasera guarderò di nuovo le stelle e penserò, rifletterò sulle parole di Nicolao.
La serata é proseguita con la consueta cena nella quale i commensali hanno potuto conoscere meglio Nicolao. Il giorno dopo, appena aperta la porta della Locanda sono arrivate molte persone, che volevano parlare ancora con lui.
Un grande grazie (che non basta) a tutto lo staff per l'allestimento, la pazienza dimostrata nei miei confronti e il supporto logistico morale in generale. Un grande grazie a Martina Astero, la nostra operatrice, bellissima e bravissima. Un grande grazie a Martina che ha fatto l'Assistente di Nicolao, di una dolcezza infinita! Un grande Grazie ai miei amati Gabriele e Jessika che nel pomeriggio mi hanno portato un gelatone grandissimo di compensato fatto con le loro mani. Ragazzi unici, tutti! Ma soprattutto GRAZIE a voi, che partecipate curiosi, che volete imparare, che apprezzate il valore dell'incontro con scienziati importantissimi e unici. Pubblico numeroso di data in data, cosa si può desiderare di più? Grazie Don Alberto, ancora, per la Chiesa di Santa Marta, meravigliosa. Ci vediamo sabato 29 con l'evento collaterale su Tesla. Relatore Roberto Toscano. State bene, siete belli!Intanto io carico foto e video.
21.07.2019 Il Festival per quest'anno é giunto alla fine. Sabato 27 ore 18.30 ci sarà la festa finale con il concerto dell'

Associazione Musicale Euphòria Trivero (Biella) e l'aperitivo. I convegni sono finiti....e un po' di tristezza c'é. L'ultimo incontro é stato con Riccardo Cappato ed é stata per me una vera gioia rivedere un caro amico (che mi ha ricordato che ci conosciamo da ben 20 anni) e abbracciarlo. Abbiamo imparato molto sul nostro cuore, grazie a lui, e ci siamo divertiti perché il suo modo di spiegare, elegante, professionale ma molto smart ci ha fatti sorridere. Ho un'immagine di lui che simula una caduta per svenimento avvolgendosi alla balaustra di Santa Marta, davvero divertente nella sua serietà e nell'importanza dell'argomento trattato. Grande Riccardo! La serata é proseguita come di consueto con la cena e un nostro siparietto finale di revival ricordi che mi ha un po' emozionata. E sappiate che quando siete andati tutti a casa noi abbiamo continuato almeno fino alle tre di notte a chiacchierare, tutti seduti fuori avvolti dal fresco della notte. Non saremmo mai andati a nanna ma haimé a un certo punto si era fatta davvero na certa! Al mattino Riccardo é ripartito per Milano, per tornare dai suoi pazienti. MA mi ha promesso che tornerà e io e gli altri lo aspettiamo. Mi auguro anche voi amici del festival!

Insomma siamo andati sul finale con una interessante serata su Tesla con Roberto Toscano per chiudere con Riccardo Cappato e ora, sabato, festeggeremo questo nostro inizio. Perché é davvero l'inizio per il Festival della Scienza e l'anno prossimo proseguiremo il nostro cammino con un programmone che a breve metterò qua, sul sito. Il 2020 avremo la seconda edizione, per arricchirci ancora di scienza.

Ma veniamo a sabato. Qui sotto potrete trovare maggiori info sul concerto. Speriamo nel tempo, ma dovesse piovere (lo so che con questo caldo sperate tutti che piova) faremo tutto in Locanda. Io e Alberto cucineremo con passione, come sempre, per darvi un aperitivo sano, buono e sfizioso e i nostri amici musicisti faranno un mega concerto. Sarà un'altra serata meravigliosa, me lo sento. Andremo a nanna felici e soddisfatti e avremo un anno per prepararci alla seconda edizione. Allego una scheda di Euphoria e pubblico la notizia della serata sugli altri canali. Vi aspettiamo, per festeggiare assieme la grande riuscita di questa impresa, per la quale tanti mi davano per matta ma che alla fine avete visto? I sogni si avverano! Ci vediamo sabato. Per le prenotazioni sempre telefonando allo 015.0998211. State bene.

Programma:

J.S.Bach – bourrè

W.A Mozart- sinfonia dal “ Flauto Magico”

G.Rossini- sonata a quattro n.1 (primo movimento)

Schubert - Marcia militare

C.Debussy – Le petite negre

C.Debussy -Golliwog's Cake Walk

Tradizionale – Londonderry air

E.Lecuona – La comparsa

Henri Mancini -Baby Elephant Walk

Z. Abreu – Tico Tico

Piazzolla – Oblivion

K.Kondo – The Super Mario Bros . Theme

 

Quartetto di clarinetti “Euphòria”

Il quartetto di clarinetti Euphòria nasce per iniziativa di alcuni musicisti facenti parte dell'Orchestra di Fiati Euphòria di Valdilana.

I componenti del quartetto Euphòria svolgono un' intensa attività concertistica.

Negli ultimi anni i musicisti hanno tenuto concerti in formazioni cameristiche e orchestre di fiati in tutto il mondo ( Australia, Turchia, Canada, Canarie e in tutta Europa)

Il quartetto nasce dall'esigenza di sperimentare tutte le possibilità timbriche e la versatilità del clarinetto. A ciò è dovuta la scelta di un repertorio che, tramite arrangiamenti e brani originali, accontenta i gusti musicali degli spettatori presenti in sala.

La formazione propone anche attività didattica nei confronti delle scuole di ogni grado, con concerti mirati alla conoscenza e divulgazione del proprio repertorio, che potrebbero essere da stimolo per l'avvicinamento allo studio della musica.

27.08.2019 E sono di nuovo al lavoro per la seconda edizione. Cosa vi dicevo? La preparazione di un Festival comporta il lavoro di almeno un annetto buono buono. Ho appena cancellato dalla pagina iniziale PRIMA EDIZIONE 2019.....é bastato schiacciare un bottone e la nostra prima avventura é andata in archivio. Beh, la storia resta però, sempre. Mi accingo a fare il nuovo programma, che aggiornerò continuamente. Mi accingo anche a cercare sponsor, che spero di trovare, perché questo piccolo Festival merita di esistere. La seconda edizione si preannuncia già ad oggi croccante e super ricca. Evviva! Continuo a lavorare, vi aggiornerò sempre. W La Scienza!

29.09.2019 Non ci sono pause, vado avanti come un trenino e devo dire che quel che sto creando per la seconda edizione mi entusiasma parecchio. I nostri prossimi scienziati stanno componendo un puzzle di bellezza e conoscenza e i programmi stanno aumentando. State connessi e preparatevi ad esserci. Gita garantita!

 
03

FOTO DALLO SPAZIO